Verso l’autoefficienza energetica

Dopo la coinvolgente domenica passata tra laboratori con la terra all’Immaginario Scientifico e l’arch. Moreno Baccichet che ci ha fatto scoprire una Pordenone e una Prata dimenticate, in una passeggiata di otto ore tra campi, argini e storia, si è svolto ieri, lunedì 13 maggio, uno degli appuntamenti di Terraè più richiesti: quello dedicato alla riqualificazione energetica degli edifici.

L’attenta progettazione ed un’accurata realizzazione in cantiere sono i fondamentali per un risparmio nelle tasche del cittadino e per un comfort nell’abitazione senza eguali.

L’arch. Fabio Dandri ha illustrato con una presentazione chiara ed esaustiva come CasaClima lavori per raggiungere performance di qualità negli edifici per i quali vengono chieste le loro certificazioni.

L’attuale situazione di  mercato e la presenza di numerosi edifici disabitati a disposizione suggeriscono di intervenire nel patrimonio edilizio esistente, che spesso è energeticamente obsoleto. CasaClima propone quindi da qualche tempo il nuovo protocollo CasaClima R, studiato appositamente per le riqualificazioni energetiche.

Raffrescamento e riscaldamento nelle vecchie case costringono a spese sempre in aumento di bollette luce e gas. Saper isolare e rendere efficiente una casa o un appartamento può portare ad evidenti vantaggi, se non alla realizzazione di edifici che addirittura producono più energia di quanta a loro serva.

Gli architetti Chiara e Maria Sesso e l’ing. Virgolini hanno poi presentato i progetti già realizzati di ristrutturazione e reinterpretazione di edifici (appartamenti e case singole) attraverso le tecniche più efficienti.

Intervenire sugli immobili significa incrementarne il valore, aumentare l’efficienza energetica per ridurne i consumi, migliorare la salubrità e il comfort abitativi, risolvere le problematiche in atto o che si potrebbero verificare come conseguenza del’intervento stesso (ad esempio, muffe e condense).

Attraverso le ristrutturazioni, si ottiene anche il duplice risultato di recuperare i centri urbani e rurali e di ridurre la cementificazione del territorio, ormai arrivata a livelli insostenibili.

Terraè 2013: si parte!

Sta per partire OLTRE IL CEMENTO: la quarta edizione di Terraè, manifestazione che ogni anno a Pordenone propone incontri e dibattiti sulla sostenibilità.

Il tema trainante quest’anno sarà il consumo di suolo, con sfumature e declinazioni verso l’utilizzo consapevole di tale risorsa, e valutandola in base alle sue “vocazioni”.

La rassegna si svilupperà attraverso la realizzazione di incontri, dibattiti, passeggiate e corsi pratici. Vedrà il diretto coinvolgimento delle associazioni che già conoscono il tema e che da anni collaborano per la riuscita di Terraè (WWF, ARPA, Compagnia degli Asinelli, ARuotaLibera, Immaginario Scientifico, &co Energie Condivise, Modo, Legambiente).

Partner istituzionali saranno il Comune e la Provincia di Pordenone con l’Osservatorio Politiche Abitative, ARES e ARPA.

Tutta la rassegna è realizzata senza alcun contributo economico pubblico.

Potete tenervi aggiornati attraverso il nostro sito www.terra-e.it o seguirci alla pagina facebook.com/terrae.pn.

Scarica il programma degli eventi (PDF)

Presentazione poster Terraè 2013 Oltre il Cemento

Gli eventi partiranno venerdì 3 maggio e si susseguiranno fino a mercoledì 29 maggio 2013.

Di seguito riportiamo i primi due incontri di apertura.

Venerdì 3 maggio, ore 20.30, presso l’Auditorium della Regione a Pordenone saranno ospiti GABRIELE CENTAZZO e LUCA MARTINELLI con: “Un nuovo paradigma per essere felici. Salviamo il paesaggio dalle conseguenze del cemento”. Sarà l’occasione per avere un confronto tra Gabriele Centazzo, presidente di Valcucine, azienda che attua una cultura d’impresa all’insegna di etica, ambiente e innovazione e Luca Martinelli, giornalista, redattore del mensile “Altreconomia”, esperto delle tematiche legate all’acqua e autore di recenti saggi su questo tema. Seguirà buffet offerto da Azienda Agricola Bessich.

Sabato 4 maggio, ore 20.30, sempre presso l’Auditorium della Regione a Pordenone invece saranno ospiti PIERLUIGI DI PIAZZA e IVAN CICCONI: “Project financing, debito pubblico, cementificazione e illegalità”. Don Pierluigi Di Piazza, fondatore, direttore e instancabile animatore del Centro di accoglienza per immigrati, profughi e rifugiati politici intitolato a padre Ernesto Balducci, dialoga con Ivan Cicconi, ingegnere, esperto di appalti pubblici, presidente del Comitato di Sorveglianza della Stazione unica appaltante della Regione Calabria, direttore dell’Associazione nazionale ITACA (Istituto per la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale), consulente della Comunità montana Valdisusa-Valsangone per il progetto TAV/TAC Torino-Lione. Seguirà buffet.

Si chiude Terraè 2012 a Pordenone

Oltre 1800 presenze ai numerosi eventi in programma, svolti dal 3 al 27 maggio, senza contare le presenze particolarmente numerose specie del sabato, durante l’evento in piazza nel weekend appena concluso. È questo che Terraè ha portato alla città di Pordenone nel mese di maggio: ha proposto alla cittadinanza una molteplicità di convegni, laboratori e attività dedicati alla sostenibilità in tutti i suoi aspetti: Sostenibilità non è solo ambiente, ma molto altro: passando dall’economia al sociale, attraversano tutti gli aspetti della vita quotidiana: l’uomo è ciò che respira, che mangia, che veste, che usa nella quotidianità.

Sono questi i concetti che i relatori, venuti da tutta Italia hanno portato al pubblico di Terraè: adulti e bambini, con incontri dedicati e specifici su temi anche delicati o che possono suscitare incredulità o scetticismo ai più distratti, ma che sono stati molto apprezzati dall’affezionato pubblico di Terraè, che quest’anno è stato sempre più numeroso e proveniente anche da fuori provincia.

Ciò che l’associazione vuole fare attraverso l’evento in piazza è dare risalto a quelle attività che sono alla base dell’economia locale e ai tanti e ottimi produttori e rivenditori che si impegnano per offrire prodotti di alta qualità, rispettosi della salute e dell’ambiente.

Il gruppo, grato alle tante associazioni avvicinatesi e carico dell’entusiasmo portato dalle stesse, si riunirà nuovamente già dalla prossima settimana per organizzare i prossimi appuntamenti, invitandole a continuare la sinergia venutasi a creare in questi mesi.

Le associazioni e le attività che hanno collaborato alla riuscita dell’evento nella mattinata di lunedì hanno inviato i loro ringraziamenti all’indirizzo dell’associazione. Ci piace citare in particolare il ringraziamento espresso da Nicoletta con la poesia di Elsa Morante:

«Sarebbe una magnifica stravaganza
di scavalcare tutti insieme i tempi brutti
in un allegro finale: felici tutti!
Forse, il primo segreto essenziale
della felicità si potrebbe ancora ritrovare.
L’importante sarebbe di rimettersi a cercare»

L’associazione, nonostante non sia favorita da contributi pubblici, è fortemente motivata nel proseguire con le sue attività e preannuncia una 4^ edizione ricca di nuovi spunti su cui riflettere, con la continuazione delle sue proposte sulle buone pratiche, visto che nuovi stili di vita non bisogna solo enunciarli ma metterli anche in atto. Terraè  da anni promuove e diffonde la necessità di un utilizzo consapevole delle risorse, ben prima che la crisi economica ce lo imponesse.

Presto troverete nel nostro sito le foto scattate in questi giorni e gli atti di tutti gli incontri, laboratori ed eventi tenutisi nell’arco del mese di maggio.

Firmato Associazione Terraè-Officina della Sostenibilità

Oltre trecento ragazzi affollano l’aula magna Terzo Drusin

Oltre trecento ragazzi delle scuole superiori affollano l’aula magna Terzo Drusin all’evento Terraè “Ecologia Della Nutrizione”

Conferenza Ecologia della Nutrizione

Esauriti i posti a sedere dell’aula magna Terzo Drusin, tutti occupati dai ragazzi delle Scuole Superiori che hanno partecipato  con grande entusiasmo all’evento organizzato da Terraè, in cui si è parlato di Ecologia della nutrizione con l’esperto, chimico ambientale e criminologo forense, dott. Massimo Tettamanti.

L’intervento del dott. Tettamanti, al quale sono seguite numerose domande da parte dei ragazzi, ha avuto ad oggetto il tema dell’impatto ambientale e sulle risorse naturali dell’alimentazione umana caratterizzata Continua a leggere

Grande successo primo appuntamento Terraè 2012

Eccoci alla 3^ edizione di Terraè e come per le precedenti siamo partiti con il corso di orto sinergico. Ormai è diventato un rito scaramantico ma, visto che Venerdì scorso le sedie della sala Degan non sono bastate per tutti i corsisti, a quanto pare funziona!

Continua a leggere

Anteprima eventi Terraè 2012

Nel mese di maggio si svolgerà Terraè – officina della sostenibilità, evento che proporrà alla città di Pordenone iniziative volte all’utilizzo critico delle risorse e all’attenzione per l’ambiente, dando ai cittadini la possibilità di reperire informazioni in merito all’agire sostenibile e di entrare in diretto contatto con professionisti del settore e gli Enti Locali che operano in modo virtuoso.

Partecipa a Terraè 2012
(termine iscrizioni per comparire sul catalogo 25 marzo)

Durante la manifestazione verranno realizzati convegni e laboratori Continua a leggere

Grazie da Terraè!

Sono online le foto della seconda edizione di Terraè – officina della sostenibilità, la rassegna pordenonese dedicata alla sostenibilità.

Il ricco programma di eventi, che ha caratterizzato questa nuova edizione 2011, ha visto coinvolte numerose realtà locali, che hanno reso il cittadino il vero protagonista della manifestazione.

Sono stati organizzati incontri dedicati a tematiche energetiche, spaziando dalla produzione di energia, tramite l’utilizzo di fonti rinnovabili, al risparmio della stessa, cui può contribuire una buona ristrutturazione della propria abitazione.
Particolare attenzione è stata rivolta ai Beni Comuni, con la partecipazione di Riccardo Petrella, fondatore dell’Istituto Europeo di Ricerca sulla Politica dell’Acqua.
Numerosi i laboratori per gli adulti: ‘Fare il sapone’, ‘Dal latte al formaggio’, ‘Il corretto uso di detergenti e detersivi’. ‘Ikrea, idee per far-da-sé mobili con gli eco-pallet’… e anche per i più piccoli che hanno potuto divertirsi con i giochi al telaio, con le maschere realizzate recuperando piccoli oggetti di uso quotidiano e in groppa ad asinelli e cavalli in giro per la città.
Hanno fatto da cornice alla manifestazione le esibizioni musicali di alcuni gruppi locali, le performance e le installazioni artistiche di Guerrino Dirindin dedicate alla Terra e delle associazioni Vastagamma e IODeposito sulla ‘filosofia del riutilizzo’.
Infine, la sostenibilità è stata ‘assaporata’ grazie alle originali degustazioni realizzate esclusivamente con prodotti a km zero.

Tutto ciò ha confermato ancora una volta che Terraè – officina della sostenibilità non è solo esposizione, ma anche condivisionespirito di gruppo e volontà di fare rete.

Un sentito ringraziamento viene rivolto al Comune di Pordenone, a Electrolux, alla BCC Pordenonese, a Valcucine e a Gava Imballaggi che hanno riposto la loro fiducia nell’Associazione Terraè contribuendo alla realizzazione dell’intera manifestazione.

Le idee per la terza edizione non mancano e chiunque volesse contribuire con la sua partecipazione sarà il benvenuto!
Nel frattempo Terraè – officina della sostenibilità vi aspetta, sempre a Pordenone, dal 7 al 13 novembre in occasione di “A come acqua“, la Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile promossa dall’UNESCO.

Lo Staff di Terraè – officina della sostenibilità.