«Un viaggio nel clima che cambia»

Messaggero Veneto (ed. Pordenone), 24 aprile 2018

Quali sono gli effetti del cambiamento climatico? Come incidono i nostri comportamenti sull’andamento stagionale? Terraè, manifestazione nata nove anni fa per promuovere diversi stili di vita nell’ottica della tutela dell’ambiente ma anche di una società più equa, torna a partire dal 27 aprile proponendo al pubblico un tema importante.

Gli ospiti saranno 13, distribuiti in 10 eventi: dall’esperto meteoclimatico all’attore, dalla ricercatrice al fotografo. Si parte venerdì con Antonello Pasini, che presenterà il suo ultimo libro: “Effetto serra effetto guerra. Clima, conflitti, migrazioni: l’Italia in prima linea”. Il relatore sarà accompagnato da Viviana Piccolo e Anna Pellegrino con letture e musiche suggestive.

Il 3 maggio invece Terraè propone uno spettacolo: con Roberto Mercadini, monologhista, narratore e poeta romagnolo che con il suo “Noi siamo il suolo, noi siamo la Terra – Monologo per una cittadinanza planetaria” condurrà gli spettatori in un viaggio visionario attorno al pianeta, con dati scientifici ma spesso incredibili, il tutto nella suggestiva Chiesa dell’ex convento di San Francesco. Tutti gli interventi, eccetto quelli espressamente segnalati, si terranno alle 20.45 in sala Degan della Biblioteca comunale in Piazza XX Settembre a Pordenone.

Questa edizione di Terraè, oltre al patrocinio del Comune, è stata realizzata grazie al sostegno del Consorzio universitario di Pordenone, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, 2R Impianti. Tutti gli eventi si possono trovare su www.terra-e.it e su facebook: www.facebook.com/terrae.pn/.

«Noi e i cambiamenti climatici»

Il Popolo (ed. Pordenone), articolo di Alberto Carniel, 24 aprile 2018

Gli incontri previsti ci permetteranno uno sguardo ravvicinato sugli argomenti di cui sentiamo parlare in TV, ma con un’ottica vicina alle nostre realtà di ogni giorno; l’impatto sul clima e quindi sulla nostra vita, dei trasporti, della industria agroalimentare, dell’inquinamento atmosferico, della energia che consumiamo.

[Leggi tutto]

il Popolo - Pordenone

«Effetto serra, effetto guerra». Intervista a Antonello Pasini

La Città, aprile 2018, Intervista di Giorgio Simonetti

La Città ha intervistato in esclusiva Antonello Pasini, ricercatore del CNR e docente all’università Roma Tre, sul suo ultimo libro che verrà presentato a Pordenone. Come i cambiamenti climatici amplificano il fenomeno migratorio verso il nostro paese? Quali sono le soluzioni?

Intervista a Antonello Pasini

Intervista a Antonello Pasini

Antonello Pasini

Antonello Pasini (Foto credit: CNR)

«Ma… la tecnologia è sostenibile?» – Articolo su Terra Nuova

Ai blocchi di partenza il nuovo ciclo di incontri organizzati da Terraè – officina della sostenibilità, associazione fondata a Pordenone nel 2010 da un gruppo di liberi cittadini che condividono un intento: promuove stili di vita sostenibili.

Articolo su Terra Nuova Tecnologia sostenibile marzo 2017

Leggi tutto l’articolo

[VIDEO] Intervista a Giorgio Simonetti – Telepordenone

Giorgio Simonetti presenta in un’intervista a Telepordenone l’evento Acqua: scorre e accompagna la vita. Ci vediamo venerdì 25 novembre per leggere assieme i dati e ragionare sulle misure da adottare!

Cambiare l’Italia è veramente possibile?

Servizio di Pnbox, 14 maggio 2014, sull’incontro Si può fare! Storie dall’Italia e dall’Islanda con Daniel Tarozzi e Andrea Degl’Innocenti.

«L’officina della sostenibilità per uno svilippo alternativo». Intervista a Daniel Tarozzi

Il Messaggero Veneto, 12 maggio 2014

mess12:5:2014

PORDENONE. C’è un’Italia che va male, amplificata ogni giorno dai media mainstream, ma c’è anche un’Italia che reagisce e che fa: persone che smettono di lamentarsi, si rimboccano le maniche e diventano parte attiva di un cambiamento, di un nuovo modo di vivere e lavorare. Persone, enti, associazioni, imprenditori, sindaci, movimenti di difesa del territorio, singoli o gruppi.

Sono i protagonisti dell’Italia che cambia – il progetto on line e on the road di Daniel Tarozzi e Andrea Degl’Innocenti, giornalisti e scrittori per Chiarelettere, da sempre sensibili a temi ambientali e sociali – e tra essi c’è anche Terraè, l’officina della sostenibilità di Pordenone, dove Tarozzi e Degl’Innocenti faranno tappa domani alle 20.30, in biblioteca, inaugurando l’edizione 2014, dedicata alle strategie virtuose in tempo di crisi, con l’incontro intitolato “Si può fare!”.

Italiachecambia.org è nata per mappare e mettere in rete le realtà virtuose che operano nel Paese, lontane dai riflettori ma numerose e attive. Daniel Tarozzi ne ha già incontrate e descritte diverse nel suo tour in camper di 7 mesi e 7 giorni toccando tutte le regioni d’Italia, che ha dato vita al libro “Io faccio così”. Ne è nata una descrizione di un pezzo di Paese non rappresentato dai media ma che ce la fa: imprenditori che assumono mettendo al centro la sostenibilità, cittadini che combattono la mafia o portano la cultura nei posti più difficili, sindaci che promuovono politiche virtuose.

«Per scrivere questo libro – racconta Tarozzi – ho incontrato circa 400 realtà, un decimo di quelle che mi sono state segnalate. E sono circa 6 milioni di persone quelle che scelgono l’economia solidale. Per “il potere” è più comodo scoraggiare e paralizzare. Ma, se non si cambia, si va verso l’autodistruzione tra crisi, sfruttamento, desertificazione, guerre per il petrolio. Le persone che ho incontrato sono felici e appagate. Il nostro modello socioeconomico, che apparentemente ti dà tutto, è basato su un vuoto di valori che distruggono non solo l’ambiente, ma anche le persone».

Andrea Degl’Innocenti, che affianca Tarozzi in questo secondo tour in camper, porta con sé anche l’esperienza di “Islanda chiama Italia”, libro in cui racconta come l’Islanda sia crollata travolta da un modello di sviluppo basato sulla finanza e sul debito e di come si sia risollevata con una vera e propria rivoluzione democratica dal basso e di come anche in Italia ci siano battaglie simili seppure meno sistematiche.

Giovedì alle 20.30, sempre in biblioteca, Terraè propone l’appuntamento imprescindibile di ogni edizione: l’orto sinergico. Claudio Ricci spiegherà come coltivare in armonia con la natura. Info: 328 9473976).

«Terraè parte dal debito»

Il Gazzettino, ed. Pordenone,  10 maggio 2014
Terraè parte dal debito