Si chiude Terraè 2012 a Pordenone

Oltre 1800 presenze ai numerosi eventi in programma, svolti dal 3 al 27 maggio, senza contare le presenze particolarmente numerose specie del sabato, durante l’evento in piazza nel weekend appena concluso. È questo che Terraè ha portato alla città di Pordenone nel mese di maggio: ha proposto alla cittadinanza una molteplicità di convegni, laboratori e attività dedicati alla sostenibilità in tutti i suoi aspetti: Sostenibilità non è solo ambiente, ma molto altro: passando dall’economia al sociale, attraversano tutti gli aspetti della vita quotidiana: l’uomo è ciò che respira, che mangia, che veste, che usa nella quotidianità.

Sono questi i concetti che i relatori, venuti da tutta Italia hanno portato al pubblico di Terraè: adulti e bambini, con incontri dedicati e specifici su temi anche delicati o che possono suscitare incredulità o scetticismo ai più distratti, ma che sono stati molto apprezzati dall’affezionato pubblico di Terraè, che quest’anno è stato sempre più numeroso e proveniente anche da fuori provincia.

Ciò che l’associazione vuole fare attraverso l’evento in piazza è dare risalto a quelle attività che sono alla base dell’economia locale e ai tanti e ottimi produttori e rivenditori che si impegnano per offrire prodotti di alta qualità, rispettosi della salute e dell’ambiente.

Il gruppo, grato alle tante associazioni avvicinatesi e carico dell’entusiasmo portato dalle stesse, si riunirà nuovamente già dalla prossima settimana per organizzare i prossimi appuntamenti, invitandole a continuare la sinergia venutasi a creare in questi mesi.

Le associazioni e le attività che hanno collaborato alla riuscita dell’evento nella mattinata di lunedì hanno inviato i loro ringraziamenti all’indirizzo dell’associazione. Ci piace citare in particolare il ringraziamento espresso da Nicoletta con la poesia di Elsa Morante:

«Sarebbe una magnifica stravaganza
di scavalcare tutti insieme i tempi brutti
in un allegro finale: felici tutti!
Forse, il primo segreto essenziale
della felicità si potrebbe ancora ritrovare.
L’importante sarebbe di rimettersi a cercare»

L’associazione, nonostante non sia favorita da contributi pubblici, è fortemente motivata nel proseguire con le sue attività e preannuncia una 4^ edizione ricca di nuovi spunti su cui riflettere, con la continuazione delle sue proposte sulle buone pratiche, visto che nuovi stili di vita non bisogna solo enunciarli ma metterli anche in atto. Terraè  da anni promuove e diffonde la necessità di un utilizzo consapevole delle risorse, ben prima che la crisi economica ce lo imponesse.

Presto troverete nel nostro sito le foto scattate in questi giorni e gli atti di tutti gli incontri, laboratori ed eventi tenutisi nell’arco del mese di maggio.

Firmato Associazione Terraè-Officina della Sostenibilità

26-27 maggio festosa fiera-mercato

La risposta della rete di associazioni e imprese del pordenonese al mercato Europeo.

Settimana conclusiva di Terraè quella entrante: gli eventi organizzati da Terraè a Pordenone stanno per concludersi, con una festosa fiera-mercato sabato 26 e domenica 27 maggio in Piazza XX settembre.

 

Durante queste due giornate si potrà fare una passeggiata in carrozza con gli asini delle asinerie della provincia, per i più piccoli ci sarà l’occasione di cavalcare Asia e Cayenne, dell’associazione Anche noi a cavallo: animali austeri e docili, che aspetteranno chi li vorrà conoscere nei pressi del parcheggio de La Santissima.

Gli stand di aziende che si occupano di risparmio energetico saranno affiancate dalle associazioni, piccole botteghe, artigiani, produttori agricoli e a chilometro zero del pordenonese. Assaggi vegetariani saranno proposti dalla nuova gestione del Bianco&Rosso.

Con la collaborazione di Immaginario Scientifico il sabato pomeriggio (su prenotazione al 346 72 41 478) i bambini potranno cimentarsi in esperimenti tra scienza e manualità, con tema chiave l’Alimentazione.
Dalle 17.00 fino a sera i gruppi Entheos e Collective Lab allieteranno la visita con il loro spettacoli musicali e coreograficiTerraè musica arte a energia quasi zero.

La domenica invece tutti potranno (sempre su prenotazione al 328 94 73 976) sperimentare l’Autocostruzione di un forno solare, grazie a Graziano Naressi e l’associazione Mani Solidali, mentre il pomeriggio Nicoletta De Bellis, assieme a Maddalena Fasser, Acab e Le nuove Risorgive, condurranno un laboratorio di biscotti veg per mamme e papà (329 73 92 407).

Questo martedì (il 22 maggio) alle ore 21.00 invece si terrà l’ultimo convegno, con APE-agenzia Casaclima, Hoval e falegnameria Pellegrini: Edifici a energia quasi zero: qualità, tenuta all’aria e ventilazione. Soluzioni tecniche per ridurre i consumi, gli sprechi e le diseconomie nelle case di oggi e di domani.

Terraè, spera anche quest’anno di aver portato in città quel vento di cooperazione, di relazione e sinergia tra le realtà che hanno partecipato all’iniziativa. Dalle associazioni, ai cittadini, che si sono avvicinati nel corso dei mesi di preparazione e hanno dato all’Associazione nuova energia e nuovi stimoli a ragionare sulla sostenibilità. Parola che, nel 2012, si fa sempre più frequente, ma che spesso perde subito il suo significato, nelle bocche sbagliate e nelle nostre abitudini energivore. Terraè ringrazia i suoi sostenitori (in particolare BCC e 2Rimpianti), e ritiene di essere riuscita, anche quest’anno, a portare in città degli spunti di riflessione e di discussione, anche su temi “spinosi” come l’alimentazione vegetariana o il cohousing. Scelte forti, e che hanno alla base motivazioni personali e sociali molto ricercate e profonde, scelte che possono essere una risposta non solo alla criticità della situazione ambientale che stiamo attraversando, ma anche, e soprattutto, alla crisi economica che stiamo cavalcando e che, senza soluzioni traumatiche o drastiche, possono essere una delle strade nuove e percorribili, per stare meglio tutti, nel nostro ambiente e nel nostro vivere sociale e collettivo.

Chiunque volesse contribuire attivamente alla realizzazione della fiera-mercato può contattarci all’indirizzo info@terra-e.it o al 333 43 07 585 (Linda) o 347 83 91 472 (Marco).
Vi aspettiamo!

Oltre trecento ragazzi affollano l’aula magna Terzo Drusin

Oltre trecento ragazzi delle scuole superiori affollano l’aula magna Terzo Drusin all’evento Terraè “Ecologia Della Nutrizione”

Conferenza Ecologia della Nutrizione

Esauriti i posti a sedere dell’aula magna Terzo Drusin, tutti occupati dai ragazzi delle Scuole Superiori che hanno partecipato  con grande entusiasmo all’evento organizzato da Terraè, in cui si è parlato di Ecologia della nutrizione con l’esperto, chimico ambientale e criminologo forense, dott. Massimo Tettamanti.

L’intervento del dott. Tettamanti, al quale sono seguite numerose domande da parte dei ragazzi, ha avuto ad oggetto il tema dell’impatto ambientale e sulle risorse naturali dell’alimentazione umana caratterizzata Continua a leggere

[Terraè2012] La Terra ti ama!

sab 26 maggio
dom 27 maggio

piazza XX settembre

La Terra ti ama!

a cura di Guerrino Dirindin – artista  | Riccardo Moretti – fotografo

evento facebook

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

Un anno fa ho impollinato la Biblioteca Civica di Pordenone con un lieve soffio di polvere di terra.
Questa inseminazione omeopatica, vagando per i saloni ed i meandri degli scaffali e curiosando tra le pagine degli antichi testi, ha prodotto la TERRA CULTURALE. Leggera come il vento e precisa come Cupido, colpisce tra le rime e i racconti.
Ruba qua e là le parole, per metter su il suo breve ma preciso poema: “LA TERRA TI AMA” e, discreta, scivola attraverso la bianca carta di riso dalla finestra più alta.
La scritta “LA TERRA TI AMA” è rivolta naturalmente a tutti, però dando del tu, si rivolge ad ognuno di noi; come dire: e tu, tu mi ami?

[Terraè2012] I libri? Spediamoli a scuola!

sab 26 maggio
dom 27 maggio

piazza XX settembre

 

I libri? Spediamoli a scuola!

 

in collaborazione con Libreria Baobab

 

evento facebook

 

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

Terraè contribuisce al progetto “I libri? Spediamoli a scuola!” per aiutarle a far vivere le biblioteche scolastiche. In particolare fino al 27 Maggio sarà possibile (durante le nostre iniziative in calendario) portarci dei libri in buone condizioni, per qualsiasi età, che saranno inviati al Comune di Aulla, per aiutarli a ricostruire la biblioteca distrutta durante l’alluvione del 25 ottobre scorso.

 

Il progetto “I libri? Spediamoli a scuola!” è un progetto nazionale, promosso dalla casa editrice Sinnos. E’ possibile partecipare in tanti modi, il più evidente è l’acquisto di un libro, ma anche regalare uno scaffale nuovo, o la stampa dei bollini per la catalogazione o qualsiasi altra cosa vi venga in mente per aiutare le biblioteche scolastiche è ben accetta!

 

Per maggiori informazioni http://www.sinnos.org/wordpress2/il-progetto/

 

[Terraè2012] Sgranocchiare dolcetti riflettendo sul mondo.

dom 27 maggio | ore 15.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

a cura di Nicoletta De Bellis, Maddalena Fasser, Alessandra Salamon e Federica Gasparet
in collaborazione con: Acab – Associazione Consumatori e Agricoltori Biologici e Biodinamici, Genitoriveg, Le nuove Risorgive
Laboratorio di biscotti per mamme e papà. Prenotazioni: 328 94 73 976 (Riccardo, dopo le 18.00) | info(+)terra-e.it

 

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

Molti di noi sono già consapevoli che i semplici gesti quotidiani su come e cosa cucinare rappresentino in realtà una delle scelte che incidono in modo molto  più vasto di quanto si possa pensare, coinvolgendo la nostra vita e quella dell’ambiente in cui viviamo.

 

Come mamme abbiamo deciso, alla luce di questi aspetti, di ritrovarci e condividere un progetto comune basato sul cucinare insieme, incoraggiandoci e scambiandoci consigli e ricette che rispecchino i valori in cui crediamo: ecologia, etica, salute ed economicità (non sempre nello stesso ordine di preferenza)

 

Per questo motivo lo scopo del laboratorio di biscotti è proporre un modo diverso e nuovo di intendere i dolci, senza prodotti di derivazione animale e senza zucchero: con farine di cereali biologici, dolcificati con malto di cereali, con frutta e olio.
Durante l’incontro ci sarà una breve lezione dimostrativa nella quale proveremo a cucinare alcune delle nostre ricette preferite, con assaggio di quanto preparato. Verrà consegnato un mini ricettario con fonti bibliografiche e informazioni. Per i bambini è previsto uno spazio ludico per impastare e giocare con la supervisione di un adulto.

 

Durata: 1:30’ max 10 adulti + bambini.
Prenotazione obbligatoria specificando l’età dei bambini.

 

[Terraè2012] Autocostruzione di un forno solare. Cucinare con il sole? … si può ed è gratis!!!

dom 27 maggio | ore 09.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

 

Autocostruzione di un forno solare.
Cucinare con il sole? … si può ed è gratis!!!

 

lezione di Graziano Naressi
in collaborazione con Associazione Mani Solidali
Laboratorio. Prenotazioni: 328 94 73 976 (Riccardo, dopo le 18.00) | info(+)terra-e.it

 

evento facebook

 

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

L’energia solare è l’energia pulita per eccellenza.
Tutti ormai sappiamo che con essa si possono ottenere acqua calda ed energia elettrica. Pochi sanno che con il sole si può anche cucinare o essiccare gli alimenti. È possibile costruire forni e cucine solari per cuocere pietanze sane nel senso più completo del
termine, dal risotto al semplice the.
L’esperienza può essere un utile spunto da suggerire anche a chi vive in luoghi dove il gas e il petrolio sono troppo costosi o troppo lontani, o dove la legna per il fuoco è preziosa (eremi o paesi poveri).
Durante il corso si impareranno i principi fisici che sono alla base del solare termico e del solare a concentrazione. Dalla teoria si passerà alla pratica con la costruzione di un “Solar Box”.

 

Ciascun partecipante potrà imparare e realizzare in mattinata il suo forno solare, portando con sé:
– 1 quaderno per gli appunti,
– 1 lamiera nera o verniciata di nero di cm 20 x 20 (oppure un contributo di euro 6),
– 1 foglio trasparente in polietilene di cm 50 x 50 (oppure un contributo di euro 4),
– 1 scatola di cartone da imballaggio robusta, di almeno cm 50 x 50 x 50,
– 1 scatola di cartone da imballaggio robusta, di almeno cm 40 x 40 x 45 (deve essere più piccola della precedente di circa 10 cm per lato),
– 2 fogli di cartone robusto di cm 100 x 100,
– 1 rotolo di alluminio per alimenti (15 metri),
colla a base d’acqua (non a base di solventi),
colla vinilica e nastro adesivo di carta,
taglierino, forbici, matite, righe da almeno 40-50 cm e metro a nastro,
– 1 pentola dipinta di nero esternamente, di diametro di 20cm (alta non più di 20 cm) in rame o alluminio e senza parti di plastica,
– 1 coperchio senza parti di plastica,
– 200 g di riso per la prova cottura.

 

È indispensabile prenotarsi scrivendo a info(+)terra-e.it o al 328 9473976 specificando se si ha la necessità che l’organizzazione fornisca parte del materiale indicato o meno. Agli iscritti verrà inviata via mail una dispensa.

[Terraè2012] Terraè musica: arte a energia quasi zero

sab 26 maggio | ore 17.00
piazza XX settembre

 

Terraè musica
arte a energia quasi zero

 

a cura di Entheos, Collective Lab.

 

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

Arte e musica per allietare in modo sostenibile il pomeriggio in piazza. Assieme agli espositori potremo degustare le specialità del nostro territorio accompagnati da musica, canti e balli.

 

Entheos
Musiche e danze dal sud Italia
“L’entusiasmo è l’effetto e insieme la causa della musica e della danza estatica. Il canto, il suono e il ballo accompagnati dalle sfrenate lamelle dei cembali, disegnano un cerchio immerso in un tempo fuori dal tempo.”

 

Collective Lab
Nato nel 2010, è un collettivo di musicisti dediti alla sperimentazione nell’ambito del Reggae e del Dub, attraverso la rivisitazione di classici del genere e la produzione di brani inediti.

[Terraè2012] Alimentazione: tra scienza e manualità

sab 26 maggio | ore 16.00
sab 26 maggio | ore 18.00
piazza XX settembre

 

Alimentazione: tra scienza e manualità

 

a cura di Immaginario Scientifico
Laboratori scientifici. Prenotazioni: 0434 542455 | 346 7241478 | info(+)terra-e.it

 

evento facebook

 

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

Verranno proposti due laboratori distinti che affronteranno il tema dell’alimentazione.
Le due attività saranno composte da una prima parte teorica, uguale per entrambe, ed una seconda parte sperimentale diversificata.

 

PARTE TEORICA INTRODUTTIVA

 

Nella parte teorica introduttiva si affronteranno i seguenti temi:
– l’importanza del cibo e la sua variegata tipologia;
– i principi nutritivi contenuti dei diversi alimenti;
– la piramide alimentare;
– le informazioni sulla dieta più conforme in base all’età e allo stile di vita.
Durante la prima parte verranno proposti dei semplici giochi che renderanno più accattivante l’argomento e che favoriranno una partecipazione attiva dei bambini.

 

PARTE SPERIMENTALE

 

Laboratorio “Alimentanimals”

La pasta di sale diventa l’ingrediente base per realizzare simpatici animaletti da decorare con chicchi, gusci, pasta secca, spezie… e quanto la fantasia di ognuno suggerirà.

 

Laboratorio “Collage degli alimenti”

Grazie a due ingredienti come la farina e l’acqua, conosciuti da tutti e facili da trovare in ogni cucina, si preparerà la “colla di farina” per creare magici disegni, realizzati con alimenti di vario genere.

[Terraè2012] Edifici a energia quasi zero: qualità, tenuta all’aria e ventilazione.

mar 22 maggio | ore 21.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

Come portare in casa propria risparmio energetico, comfort e qualità costruttiva

I moderni impianti per il comfort nelle abitazioni ad alta efficienza: ventilazione meccanica controllata e pompe di calore. Caratteristiche, funzionamento ed effetti collaterali dell’ impiantistica per il riscaldamento.

Il valore del serramento nel contesto dell’involucro

relatori:
arch. Fabio Dandri (APE)
ing. Stefano Lena (Area Manager NordEst Hoval S.r.l)
Luca Pellegrini (Pellegrini S.r.l)
in collaborazione con:

 

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

Come portare in casa propria risparmio energetico, comfort e qualità costruttiva
Relatore: arch. Fabio Dandri (APE).
Come indicato dalle direttive europee, entro il 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere ad “energia quasi zero”, cioè avere un fabbisogno energetico quasi nullo. I materiali e le soluzioni tecniche per raggiungere questo obiettivo sono già realtà, ma l’efficienza energetica, per concretizzarsi, richiede qualità nella progettazione, nell’esecuzione dei lavori e nella verifica di queste fasi da parte di un ente terzo ed imparziale. In Friuli Venezia Giulia, tutto questo si concretizza nella certificazione CasaClima, garanzia di risparmio energetico e di benessere abitativo per la propria casa.

I moderni impianti per il comfort nelle abitazioni ad alta efficienza: ventilazione meccanica controllata e pompe di calore. Caratteristiche, funzionamento ed effetti collaterali dell’ impiantistica per il riscaldamento
Relatore: ing. Stefano Lena (Area Manager NordEst Hoval S.r.l).
Le abitazioni ad alta efficienza energetica rappresentano una grande innovazione nell’edilizia degli ultimi anni. Anche gli impianti di riscaldamento devono essere adeguati alle caratteristiche della costruzione. Grazie ai ridotti fabbisogni si aprono nuove possibilità (come la pompa di calore) ed addirittura diventano necessari nuovi impianti (la ventilazione meccanica controllata). Verranno illustrate le motivazioni principali per adottare le diverse soluzioni e i rilevanti effetti dal punto di vista della percezione del
comfort.

Il valore del serramento nel contesto dell’involucro
Relatore: Luca Pellegrini (Falegnamerie Pellegrini S.r.l.).
La grande corsa al risparmio energetico rende necessario realizzare involucri edilizi sempre più performanti. Le parti principali che compongono un involucro sono i muri, il tetto, il pavimento e gli infissi. L’infisso svolge un ruolo importante perché deve permettere l’areazione e il passaggio luminoso, ma al tempo stesso deve garantire isolamento termico ed acustico quanto una superficie cieca. Per questo motivo la Falegnameria Pellegrini presenta la guida “l’acquisto consapevole del serramento” con l’obiettivo di fornire spunti di riflessione utili al lettore fornendo indicazioni e dati per giungere ad una scelta consapevole del prodotto garantendo il rispetto delle normative e soprattutto un reale risparmio all’acquirente finale rendendolo certamente soddisfatto.

[Terraè2012] Passeggiata tra magredi e risorgive: scoprire assieme le aree naturali della tua Provincia

dom 20 maggio | ore 08.00
ritrovo c/o orto dell’Associazione Modo: via Martiri della Libertà 212, Cordenons

 

Passeggiata tra magredi e risorgive
scoprire assieme le aree naturali della tua Provincia

 

con la collaborazione di dott. Nat. Stefano Fabian e Stefano Fabian
Prenotazioni: 333 43 07 585 (Linda) | info(+)terra-e.it
Essere muniti di: scarpe da trekking/passeggiata, pantaloni e calzini lunghi, acqua,
berretto, abbigliamento comodo e anti-zanzare ecologico. durata della visita: 4 ore

 

 

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

La presenza dei Magredi quale elemento paesaggistico caratterizzante gli ambienti naturali dell’alta pianura friulana, trova la sua spiegazione nella presenza di quegli imponenti fenomeni glaciali che nell’ultimo milione di anni coinvolsero il nostro arco alpino e prealpino.

 

Al termine di ogni fase fredda, le abbondanti acque fluvioglaciali, scendendo verso la pianura con straordinaria energia,    abbandonavano e sparpagliavano a ventaglio enormi quantità di materiale roccioso, andando a formare materassi permeabili di enorme potenza e spessore. L’ossatura principale di tale architettura è rappresentata dal complesso detritico dei conoidi Cellina-Meduna, estesi sui territori dei comuni di Cordenons, San Quirino e Vivaro fino a Maniago. Esso è così imponente da rendersi visibile come un’estesa macchia biancheggiante nelle foto satellitari.

 

Magredo significa prato magro. Magro perché costituito da una copertura di erbe selvatiche ed arbusti con poche esigenze idriche, adattate a vivere su di un suolo estremamente permeabile ed arido, così avido d’acqua da essere incapace di trattenere e restituire anche una piccola parte delle generose precipitazioni Friulane.

 

Più a valle, lungo la fascia delle risorgive, dove i sostrati ghiaiosi lasciano il posto alle argille, la stessa pianura, restituisce acqua con gran generosità in un intrico di rivoli, rogge ed olle immerse nella vegetazione verdeggiante. Magro, arido, sasso, arbusto, gramigna… sequenze di parole… aspre, dure, che da sole basterebbero ad evocare l’immagine di un paesaggio desolato, ma anche dolcemente melanconico, vasto, immenso. Così parole altrettanto efficaci potrebbero essere: cielo, nuvole, terra, silenzio, spazio, vento.Eppure l’aspetto povero e dimesso di queste praterie aride non deve ingannare, infatti, è proprio qui, su questi Magredi, che si rileva una ricchezza di specie, fra le più elevate nel panorama nazionale. Solo questo sarebbe sufficiente per giustificare un’urgente intervento atto a garantire il futuro di queste preziose lande e trasformarle in riserve biogenetiche, in sorta di banche ove conservare
questo straordinario patrimonio di biodiversità che ci appartiene”.

 

Testo e foto a cura di Stefano Fabian

 

[Terraè2012] Linee sostenibili: vicende e materiali del design ecocompatibile

sab 19 maggio | ore 17.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

 

Linee sostenibili
vicende e materiali del design ecocompatibile

 

relatori:
Dario Scodeller architetto e storico del design, insegna al Corso di laurea in disegno industriale dell’Università degli studi di San Marino (IUAV/San Marino) e presso il Corso di laurea in Architettura della Facoltà di Ingegneria di Udine
Nicla Indrigo architetto, titolare del laboratorio integrato di design 1 presso il Corso di laurea in Architettura della Facoltà di Ingegneria di Udine. Consigliere della delegazione FVG dell’ADI Associazione per il Disegno Industriale

 

in collaborazione con &Co – Energie Condivise

 

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

L’idea di sostenibilità
vista nella prospettiva
del design
mette in luce come
i momenti di crisi dei modelli
di produzione e di consumo
sono utili per ripensare
forma
sostanza
e metodi di realizzazione
delle cose
che ci circondano