[Terraè2012] Il cibo spazzatura

ven 18 maggio | ore 11.00
aula magna Terzo Drusin c/o Cinemazero
Per i ragazzi delle scuole medie accompagnati dagli insegnanti
Prenotazioni scuole: 335 59 31 654 (Daniela) – info(+)terra-e.it

ven 18 maggio | ore 21.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre
Incontro con la cittadinanza e addetti ai lavori

Il cibo spazzatura

relatori: Dott.ssa Gianna Ferretti, Ricercatrice di Biochimica della Facoltà di Medicina di Ancona, socia della Società Italiana di Nutrizione Umana e membro del Comitato Tecnico Scientifico del Centro Interdipartimentale di Educazione Sanitaria e Promozione alla Salute.

evento facebook

 

( scarica il volantino vers01)
( scarica il volantino vers02)

 

( volantino Eventi Alimentazione Terraè2012)

 

Cibo spazzatura (Trash food) è un termine scientifico (dall’inglese Junk-food). È definito tale qualsiasi alimento o bevanda che apporti grandi quantità di calorie in assenza di nutrienti di rilievo.

Alcuni studi hanno dimostrato che un consumo eccessivo di questi alimenti e di bevande analcoliche può contribuire all’insorgenza della malnutrizione per eccesso e dell’obesità. Il termine cibo spazzatura è attribuito anche ad alimenti che contengono coloranti
e additivi impiegati solamente a scopo cosmetico e per rendere appetibili prodotti di scarsa qualità nutrizionale.

Pensiamo a quante volte ci capita di ingerire snacks dolci o salati senza pensare troppo a cosa contengono. Ti sei mai chiesto quanti zuccheri e grassi sono contenuti negli snacks che consumi abitualmente o che trovi nel distributore automatico?

Come possiamo amare i nostri figli e non volerli “difendere” da un cibo poco sano? Cosa possiamo dire ai giovanissimi per indurli a scegliere cibo salutare?

[Terraè2012] Eco-quartiere Quattro Passi: un nuovo modo di abitare – partecipato, ecosemplice, condiviso

mar 15 maggio | ore 21.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

 

Eco-quartiere Quattro Passi
un nuovo modo di abitare – partecipato, ecosemplice, condiviso

 

in collaborazione con: Studio tamassociati – architettura e comunicazione per il sociale

 

evento facebook

 

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

 

La Cooperativa Pace e Sviluppo, il mondo del commercio equo e solidale e tutto il terzo settore stanno sperimentando una riflessione critica su un modello di sviluppo alternativo in termini di equità, sostenibilità, stili di vita. Il progetto “L’Eco-quartiere Quattro Passi” intende portare queste riflessioni all’interno del dibattito sull’abitare; sta sviluppando infatti un nuovo modello di quartiere ispirato alle buone pratiche proposte dalla Fiera Quattro Passi: un quartiere di co-housing dove si condividono alcuni servizi, dove si risparmia e si produce energia, dove si producono meno rifiuti, dove c’é un magazzino GAS condiviso, dal quale le auto stanno fuori, dove si privilegia il trasporto pubblico, dove c’é tanto verde, dove l’acqua si risparmia… e in cui le case non costino più di quelle convenzionali! Verranno presentati un metodo di lavoro e i primi due percorsi che hanno raggiunto con successo la fase realizzativa in luoghi e con modalità differenti: in provincia di Bologna e in provincia di Treviso.

 

[Terraè2012] La Creazione: noi suoi custodi. Il pensiero ecologico e la dottrina cristiana

lun 14 maggio | ore 18.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

 

La Creazione: noi suoi custodi.
Il pensiero ecologico e la dottrina cristiana

 

 

relatori: Dott.ssa Luciana De Zorzi
in collaborazione con: &Co – Energie condivise

 

evento facebook

[Terraè2012] L’acqua invisibile: ritratto della risorsa idrica tra usi, abusi ed emergenze

dom 13 maggio | ore 16.00
Auditorium Don Bosco viale Grigoletti

L’ acqua invisibile
ritratto della risorsa idrica tra usi, abusi ed emergenze

Spettacolo teatrale per bimbi 6-12 anni

a cura di LA PICCIONAIA – I CARRARA – Teatro Stabile di Innovazione
in collaborazione con: Arpa FVG, LaRea, Collegio Don Bosco Pordenone

evento facebook

 

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

testo di Carlo Presotto e Paola Rossi
Regia di Carlo Presotto
con Giorgia Antonelli e Carlo Presotto
Scenografia Mauro Zocchetta
Realizzazione tecnica Luciano Lora
Ambienti video Carlo Presotto e Paola Rossi

In anteprima per il pubblico del Friuli Venezia Giulia prima dell’entrata nel circuito nazionale.
Il nostro rapporto con l’acqua prende mille forme lungo tutta la nostra vita, fino dai primi mesi prima di nascere. L’acqua ci permette di plasmare e di giocare a dare forma, l’acqua è un piacere, ma anche un obbligo: “lavati le mani!”. L’acqua ci viene insegnata come una favola a scuola. Ma oggi il lieto fine della favola non è più scontato, dipende da noi. L’acqua si consuma. L’acqua non basta più. E non si tratta solo dell’acqua che vediamo scorrere dal rubinetto. La maggior quantità di acqua che consumiamo è nel carrello della spesa: alimenti, indumenti, oggetti. Per produrli è stata consumata acqua, magari in paesi lontani dal nostro, provocando siccità, conflitti, migrazioni.

È l’acqua invisibile, che consumiamo senza neppure vederla. Lo spettacolo “L’acqua invisibile” nasce da un progetto che unisce teatro ed educazione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile ed è il frutto della collaborazione tra LaREA – Laboratorio Regionale
di Educazione Ambientale dell’ARPA Friuli Venezia Giulia e La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione di Vicenza. Il progetto è stato avviato con il supporto finanziario della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e lo spettacolo è andato in scena per la prima volta a Cividale del Friuli (UD) nel novembre 2011, con la collaborazione dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia – teatroescuola, in occasione della Settimana UNESCO dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2011 dedicata al tema dell’ACQUA.

[Terraè2012] Ecologia della nutrizione e I 5 colori della salute

Aggiornamento: sono online i materiali della giornata:


sab 12 maggio | ore 11.00
aula magna Terzo Drusin c/o Cinemazero
Dedicato a i ragazzi delle scuole superiori e aperto alla cittadinanza

relatori:
dott. Massimo Tettamanti – Chimico ambientale e criminologo forense

sab 12 maggio | ore 16.00
Auditorium della Regione in via Roma
Dedicato agli addetti ai lavori e alla cittadinanza

relatori:
prof. Leonardo Pinelli – pediatria, specialista in endocrinologia, diabetologia, obesità e nutrizione
dott. Massimo Tettamanti – Chimico ambientale e criminologo forense
Letture di Lucia Roman EtaBeta teatro

( volantino Ecologia della nutrizione vers01, dedicato alle scuole)
( volantino Ecologia della nutrizione vers02, dedicato alle scuole)

 


( volantino Ecologia della nutrizione e 5 colori della salute vers01, dedicato alla cittadinanza)
( volantino Ecologia della nutrizione e 5 colori della salute vers02, dedicato alla cittadinanza)

 

( volantino Eventi Alimentazione Terraè2012)

 

Il dott. Tettamanti ci parlerà di Ecologia della nutrizione: capire gli effetti della catena alimentare su salute umana, ambiente, società ed economia, partendo dalla produzione e arrivando allo smaltimento, senza saltare alcun passaggio.
Riflettere sull’impronta idrica che i nostri consumi determinano, e riflettere sulle nostre scelte di consumatori, più o meno oculati. Questa lettura ci può aiutare a capire quali siano le conseguenze delle nostre scelte alimentari e i motivi per pensare a scelte meno impattanti per il Pianeta.

 

Una scelta più “leggera” per l’ambiente e alternativa alle abitudini più conformiste è quella effettuata dall’Azienda Sanitaria di Mantova e il professor Pinelli, con il progetto I 5 colori della salute. Questo progetto, strutturato e articolato in menu per tutte le stagioni, è nato per offrire, accanto ai normali menù scolastici, un’alternativa vegetariana, adatta per quei bambini e quelle famiglie che per scelte di vita, motivi religiosi o di salute, necessitano di una risposta più idonea alle loro esigenze, senza sottovalutare gli apporti nutritivi e la qualità dei pasti. Un menu adatto alle mense scolastiche, ma riproponibile anche
a casa, per rivalutare il consumo di verdura e frutta nei bambini ma anche negli adulti.

[Terraè2012] Come cambia il fotovoltaico: i nuovi indirizzi del solare fotovoltaico alla luce del quinto conto energia

mar 8 maggio | ore 21.00
Sala Degan – Biblioteca civica di Pordenone – Piazza XX settembre

Come cambia il fotovoltaico
i nuovi indirizzi del solare fotovoltaico alla luce del quinto conto energia

relatori: ing. D. P. Darisi
in collaborazione con:

evento facebook

( scarica la locandina vers01)
( scarica la locandina vers02)

Si sente spesso dire che gli incentivi al fotovoltaico sono terminati.

In realtà l’installazione di impianti fotovoltaici continua, favorita dai prezzi sempre più bassi degli impianti e da un sistema di incentivazione nazionale articolato ma efficace.

Si avvicina sempre di più la “grid parity”, cioè l’equivalenza tra i prezzi dell’energia prodotta dal solare rispetto a quella prodotta in maniera tradizionale nelle centrali a combustibile fossile.
Cosa offrono mercato e tecnologia nel 2012?

[Terraè2012] Autocostruzione di una serra in bamboo

dom 6 maggio | ore 09.00 – intera giornata
dom 13 maggio | ore 09.00 – intera giornata
orto dell’Associazione Modo: via Martiri della Libertà 212, Cordenons

 

Autocostruzione di una serra in bamboo
per un’agricoltura eco-sostenibile

 

lezione a cura di Luca Pellegrini
in collaborazione con: Associazione Culturale Modo, Azienda Agricola PrimaVera, Cooperativa Agricola AGRI.SPE.
Laboratorio: prenotazioni: 328 94 73 976 (Riccardo, dopo le 18.00) | info(+)terra-e.it

 

evento facebook

 

 

( scarica la locandina vers01)
( scarica la locandina vers02)

 

Prima Vera azienda agricola di comunità è il tentativo di costruire un’azienda basata sui principi di collaborazione e di sostenibilità. In un mondo in cui le aziende sono schiave del profitto, a costo di licenziare, delocalizzare o inquinare, vogliamo ribadire che un’azienda è prima di tutto il luogo in cui una comunità organizza la produzione di beni e servizi per soddisfare i propri bisogni, nella tutela dell’ambiente in cui viviamo.

 

L’economia di mercato considera la terra una mera risorsa da sfruttare, senza tenere in considerazione il progressivo depauperamento della stessa e dei frutti che riceviamo. Per questo motivo ogni tentativo per un’agricoltura ecologicamente sostenibile deve vincere la sfida anche sul fronte dell’ecnomia sostenibile. In questo contesto anche l’agricoltura si è trasformata in un’attività industriale dai ritmi e dalle prestazioni via via più insostenibili per l’eco – sistema. Tutto ciò rende inevitabile e urgente lo sviluppo di tecniche agronomiche eco – sostenibili anche nelle strutture utilizzate. Le dinamiche di mercato, però, hanno col tempo ridotto sempre di più i margini del settore, tanto che oggi l’agricoltura in Italia versa in una grave crisi, e diverse produzioni, a dispetto che l’importanza primaria che il cibo riveste per ognuno di noi, finiscono sempre più spesso fuori mercato.

 

Il laboratorio di autocostruzione delle serre in bambù avviato dall’Associazione Modo e dalla cooperativa agricola Agri.Spe si pone l’obiettivo di affinare l’utilizzo di strutture agricole ecologicamente accessibili a tutti.

 

Grande successo primo appuntamento Terraè 2012

Eccoci alla 3^ edizione di Terraè e come per le precedenti siamo partiti con il corso di orto sinergico. Ormai è diventato un rito scaramantico ma, visto che Venerdì scorso le sedie della sala Degan non sono bastate per tutti i corsisti, a quanto pare funziona!

Continua a leggere

[Terraè2012] Sporchi da morire

mer 2 maggio | ore 21.00
Teatro Benois De Cecco CODROIPO – Via XXIX Ottobre 1

mer 2 maggio | ore 21.00
Cinema Manzoni – MANIAGO – Via Regina Elena 20

gio 3 maggio | ore 21.00
Ridotto del Teatro Verdi – PORDENONE – Via Roma 3

ven 11 maggio | ore 21.00
Auditorium Meossi – UDINE – Via S.Pietro 60

Sporchi da morire
il viaggio nel mondo delle nano-particelle e delle polveri sottili

partecipazione gratuita

in collaborazione con: Cinemazero ‘Le Voci dell’inchiesta’, WWF Friuli Venezia Giulia, Spunti di Vista, Circolo Culturale Lumière

Evento facebook

(scarica la locandina vers01)
(scarica la locandina vers02)

Primafilm, distretto creativo e tecnologico indipendente, presenta una nuova grande sfida: un viaggio nel mondo delle polveri sottili, delle nano-particelle e delle possibili alternative.

Il film-documentario nasce da alcune domande.
È vero che gli inceneritori fanno male?
Perché in Italia si continuano a costruire questi impianti mentre nel resto del mondo si stanno smantellando?
Quali sono i rischi concreti per la salute?
Quali sono i danni provocati dalle micro- e nano-particelle?
Quali sono le possibili alternative?

Con queste domande in testa è iniziata la ricerca online di Carlo Martigli, un viaggio virtuale che diventa reale, video presenti in rete si alternano improvvisamente ad esclusivi reportage realizzati in varie parti del mondo.

Un film-progetto al quale hanno già aderito migliaia di persone in tutto il mondo tanto da certificarlo come il film con i titoli di coda più lunghi del mondo i quali saranno presenti, grazie ad un piccolo contatore grafico fin dai primi minuti del film.

Sporchi da morire ci farà riflettere su un problema non solo nostro ma soprattutto dei nostri figli legato alle invisibili nanoparticelle da molti indicate come il più pericoloso strumento d’inquinamento del presente e del prossimo futuro.

—–

Pnbox.tv la tivù che fai tu

Il neo ministro per l`ambiente Corrado Clini sta preparando un decreto che potrebbe comportare un decisivo passo indietro nella gestione dei rifiuti: ovvero la possibilità di bruciare i “Combustibili Solidi Secondari” non solo negli inceneritori ma anche in altri tipi di industrie. Chi ci segue da tempo sa che abbiamo già visto quanto sia deleterio per la salute entrare in contatto con i fumi e i residui di queste combustioni e proprio per tali motivi Gustavo Mazzi, medico per l`Ambiente, ci aggiorna su queste nuove complicazioni ambientali.

Anteprima Terraè 2012

Evento Terraè 2012: Orto Sinergico, un addio a vanga e zappa  Eventi Terraè 2012: Manuale di sopravvivenza energetica

Orto Sinergico: un addio a vanga e zappa

Venerdì 20 Aprile 2012 ore 21.00 (lezione teorica)
Sala Degan c/o Biblioteca Civica
Piazza XX Settembre – PN

Sabato 21 Aprile ore 09.00 (lezione pratica)
Domenica 29 Aprile 2012 ore 09.00 (lezione pratica)
Via Martiri della Libertà 212
Cordenons – Pordenone

Orto Sinergico: un addio a vanga e zappa
corso gratuito teorico-pratico

lezioni a cura di Claudio Ricci

partecipazione gratuita
prenotazione gradita
+39 328 94 73 976  (Riccardo, dopo le 18.00)
info(+)terra-e.it

 

 

Volantino (documento pdf)

 Volantino (immagine png)

Il continuo impoverimento dei terreni, determinato dalla “moderna” agricoltura basata sulla chimica, impone nuovi modelli agronomici rispettosi dell’ambiente.

Non è la terra che permette la crescita delle piante, ma sono le piante che aumentano la fertilità della terra, creando con essa e con i microrganismi che al suo interno  vivono, una sinergia.

L’Agricoltura Sinergica favorisce questa sinergia, riducendo al minimo le interferenze che l’uomo mette in atto nelle coltivazioni.

Un altro importantissimo risultato dell’agricoltura sinergica è quello di non immettere CO2 nell’atmosfera. Ma anzi di permetterne anno dopo anno, il “sequestro” di questo gas nel terreno, riducendone la concentrazione totale nell’atmosfera.

L’agricoltura sinergia si basa su alcuni semplici principi.

– fertilizzazione continua del suolo, tramite una copertura organica permanente;
– coltivazioni di specie annuali in associazione a colture complementari e piante che fissano l’azoto;
assenza di arature o di qualsiasi altro tipo di disturbo per il suolo;
– il suolo non va compattato, così da permettergli di mantenere la giusta concentrazione di ossigeno, diversa per ogni strato di cui il
terreno è composto.

Con l’Agricoltura Sinergica si riesce a produrre più energia, di quella che si consuma, perché tutto il processo è alimentato solo dall’energia del sole.

in collaborazione con

Terraè-officina della sostenibilità

Associazione Culturale MODO

Cooperativa Agricola AGRI.SPE.

Azienda Agricola PrimaVera

 

Scarica la dispensa sull’Orto Sinergico realizzata da Claudio Ricci e messa gentilmente a disposizione di Terraè:
 Dispensa Orto Sinergico a cura di Claudio Ricci Terraè2012 (8MB).

Scarica la dispensa sull’Orto Sinergico realizzato nell’ambito del progetto “La città degli orti” della provincia di Ferrara:
Manuale “La città degli orti” (830,4 kB).

 

 

video ortosinergico in italiano – Il Giardino di Emilia Hazelip 1/3

video ortosinergico in italiano – Il Giardino di Emilia Hazelip 2/3

video ortosinergico in italiano – Il Giardino di Emilia Hazelip 3/3

 

Manuale di sopravvivenza energetica

Venerdì 20 Aprile ore 18.00
Auditorium Vendramini Pordenone
Via E. Vendramini, 2 – Pordenone (accanto al Municipio)

Manuale di sopravvivenza energetica
Come consumare meglio ed essere felici

 

relatori:
Andrea Mameli
Gianluca Carta

 

(evento facebook)

 

Volantino Manuale di sopravvivenza energetica - formato immagine

Volantino (documento pdf)
Volantino (immagine jpg)

 

Tutti noi ci muoviamo, mangiamo, consumiamo, in una parola viviamo. E tutto questo ha un costo per l’ambiente. Ogni nostra azione ha la propria impronta ecologica. Questo libro ce ne spiega il significato e ci presenta tante ricette quante sono le nostre azioni quotidiane.
Per tutti quelli che hanno a cuore il bilancio (economico ed energetico) della propria casa e quello ecologico del proprio pianeta. Un libro di consigli per lasciare un’impronta ecologica leggera.
Vai alla scheda del libro…

 

in collaborazione con

Terraè-officina della sostenibilità

Libreria Baobab

Istituto Vendramini Pordenone

I libri? spediamoli a scuola!