Prosegue la performance “Invasioni terrestri” dell’artista Guerrino Dirindin

“Nel mondo dell’arte, col termine di supporto si intende la base, l’appoggio, ciò che sta a sostegno dell’opera. Dirindin spalanca il proprio lavoro a tutto il mondo perché la terra è il supporto su cui tutto si posa. La terra annulla i confini, le religioni, le divisioni: è pura poesia. La performance “Invasioni terrestri”, pensata dall’artista appositamente per  “Terraè”, il festival dell’ecosostenibile 2011 di Pordenone, è stata quindi un primo passo, perché il significato e i valori della terra sono i medesimi per tutti gli abitanti della Terra. Per questo motivo, Guerrino ha iniziato da subito a donare e a spedire a tutte le persone che conosce in giro per il mondo, un pugno di terra con l’invito ad usarla: si è messa in moto una comunicazione che si amplia altrove ed è mostrata con immagini fotografiche in cui le persone sono immortalate mentre spargono la terra dell’artista o la barattono con quella della propria campagna… Se la poesia va avanti, non è banale, ma fa muovere unisce.”

— da: http://invasioniterrestri.blogspot.com

 

Ci sono molti modi per attirare l`attenzione sulle tematiche ambientali: Guerrino Dirindin, artista di Pordenone attivo da molti anni nel campo della Land Art, ha scelto una provocazione… davvero curiosa. Armato di un sacchetto pieno di terra, ha lanciato il suo appello per un ritorno al rispetto e alla cura della Terra. Da qui nasce un progetto che si espande in tutto il mondo: guarda le immagini, girate e inviateci da Davide Pettarini, e scopri di cosa si tratta!

— Da pnbox.tv, Le invasioni terrestri di Guerrino Dirindin

Guarda QUI il video realizzato da PN BOX.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *