Articoli

La Transizione? anche a Pordenone

Continua il ciclo di conferenza “Sviluppo della resilienza personale e di comunità” con il gruppo Pordenone in Transizione, il quale per i prossimi 5 eventi propone esperienze attive sulla:

  • “Psicologia del cambiamento”  per il 12 Febbraio, Sala Degan ore 20.45
  • “Saponi e dertersivi Fai da te” per il 27 Febbraio, oratorio Vallenoncello ore 15.00
  • “Picco del petrolio” per l’11 Marzo, Sala Degan ore 20.45
  • “Pasta Madre e panificazione” per il 2 Aprile, oratorio Vallenoncello ore 15.00
  • “Resilienza” per il 15 Aprile, Sala Degan ore 20.45

Per informazioni e adesioni: pordenoneintransizione@gmail.com o Federica 389 4648231

Pordenone in Transizione

Terraè 2014, si parte!

“Non pretendiamo che le cose cambino se continuiamo a farle nello stesso modo. La crisi è la miglior cosa che possa accadere a persone e interi paesi perché è proprio la crisi a portare il progresso. La creatività nasce dall’ansia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie”.

Per il programma di Terraè di maggio 2014 ci siamo ispirati a queste affermazioni di Albert Einstein. Il risultato è un cartellone composto da una quindicina di incontri al via il 13 maggio a Pordenone, per cercare assieme nuove vie, nuove strategie imposte o stimolate appunto dall’attuale congiuntura socioeconomica. Strategie virtuose, ovviamente! Che vadano nella direzione della sostenibilità, del consumo consapevole e della responsabilità sociale d’impresa.

Sviluppo ed equità, tecnologie e rispetto per l’ambiente, possono e devono andare di pari passo, così come molteplici e di diversa natura possono essere le strategie, ispirate e proposte da esperti del settore, professionisti o semplicemente appassionati, valorizzando le idee che vengono dal basso e dai giovani.

C’è un’Italia che cambia e che resiste, come testimonia l’esperienza di Terraè e come testimonieranno i giornalisti di Chiarelettere Daniel Tarozzi e Andrea Degl’Innocenti (che porterà l’esempio dell’Islanda, liberatasi dal debito), relatori del primo incontro. Il tema del riuso e del riciclo verrà trattato da diversi punti di vista con prospettive semplici e sorprendenti (dalla ristrutturazione della città, al cucito, ai computer); i software saranno ovviamente open source e si potrà imparare a coltivare un bosco per produrre legna; si guarderà al lavoro con occhi nuovi con il co-working e l’ufficio di “scollocamento”. Non mancheranno l’orto sinergico e laboratori creativi per tutti (adulti, bambini e famiglie).

Terraè, che gode del patrocinio del Comune di Pordenone, si autofinanzia (un banchetto sarà presente anche tra gli stand delle associazioni in via Mazzini durante l’Adunata degli Alpini) ed è realizzato in collaborazione con &Co Energie Condivise, PNLUG, cowo mod-o, Delfino Viaggiatore, Colibrì School e Abitamondo.

Gli incontri, gratuiti e aperti a tutti, si svolgeranno in Biblioteca Civica (saletta Degan), saletta al Parco Galvani, Palazzo Badini e Fucina temporanea di Terraè in vicolo delle Acque.

Programma completo su www.terra-e.it.

Vi aspettiamo anche su facebook e twitter!

Cominciate a far girare la voce: contagiamo anche chi non conosce o non riflette su questi temi!

Lo staff di Terraè

[Oderzo] VIVERE CON STILE

Ore 20.30 – Palazzo Moro – Oderzo

Contatti:

https://www.facebook.com/piazzadelbaratto

cell: 3479735334

mail: valmarzia(+)libero.it

Il filo conduttore delle tre serate sarà la presentazione di stili di vita sostenibili ai cittadini. Gli incontri prevedono interventi di cittadini del territorio che attraverso la loro testimonianza confermano la possibilità di vivere svincolati dal profitto.

23 APRILE 2012: Esperienze e sperimentazioni nel nostro territorio

Le persone intervengono sui seguenti argomenti riportando la propria esperienza: il mercato equo-solidale;i GAS; prodotti KM 0 e biologici;

08 MAGGIO 2012: Le azioni quotidiane: l’autoproduzione, il riciclo e il riuso

Interventi di associazioni che praticano il riciclo e il riuso tramite materiale espositivo ed esempi pratici e testimonianza diretta di autoproduzione con la possibilità di degustazione e scambio.

14 MAGGIO 2012: decrescita e bilanci di giustizia

Relatori paolo Cacciari e Don Gianni Fazzini. Ospite P. Scroccaro

Vivere con Stile rientra nella manifestazione la “Piazza del Baratto” che si svolge il 12-13 Maggio in Piazza Castello a Oderzo.

pagina fb: http://www.facebook.com/events/211973638907431/

Il progetto nasce da una sperimentazione di progettazione condivisa e partecipata tra molte realtà del’opitergino, tra cui il gruppo di soci volontari della bottega altromercato di Oderzo.

[Oderzo] La piazza del baratto

Lo scambio degli oggetti avviene tra le persone direttamente senza l’intermediazione del denaro. Ai partecipanti viene chiesto di portare ogni cosa inutilizzata ma ancora troppo bella per essere buttata. Cosa si baratta: abbigliamento, casalinghi, oggettistica, libri, CD, DVD, videocassette, dischi, giardinaggio, elettrodomestici, mobili trasportabili a mano, nuove tecnologie, giocattoli e video giochi, autoproduzioni e fai da te (piante, semi, talee, conserve, candele, detersivi, ecc.)

Importante: Gli oggetti non barattati si possono lasciare in donazione al BANCO BENE COMUNE. Gli oggetti del Banco Bene Comune vengono donati a famiglie o comunità del territorio. Nella piazza verrà allestita una zona espositiva di riciclo creativo, l’angolo dedicato alla lettura e scambio libri “il giralibro” e uno spazio denominato “scambio amico” per scambiare servizi, competenze, abilità ed esperienza.

Il progetto nasce da una sperimentazione di progettazione condivisa e partecipata tra molte realtà del’opitergino, tra cui il gruppo di soci volontari della bottega altromercato di Oderzo.

Piazza Castello – Oderzo

Contatti:

https://www.facebook.com/piazzadelbaratto

cell: 3479735334

mail: valmarzia(+)libero.it

[Zoppola] Oltre la crisi: si può crescere decrescendo?

Modera:
Paolo Michelutti

 

Intervengono:

 

Ferruccio Nilia (Associazione per la Decrescita)

Nuovi stili di vita per un’economia sostenibile

 

Paolo Tomasin (Rete Economia Solidale – FVG)

Economie alternative: critiche e limiti

 

Andrea Pitton e Giampiero Menotto (AIAB-FVG)

Esperienze locali di imprese sostenibili

 

Auditorium comunale Zoppola